Il mio tempo

Partirò dalla chiesa in cui ho indossato il timore di un segreto
e capirò di averlo toccato,
il mio tempo,
sulla tua bocca e sotto le trame ricamate dalla mia indole.
Come incanto tra pagine in attesa,
tra le corsie e le tempere del sogno,
lo ritroverò,
il mio tempo.
Sulle scale dei tuoi ingressi ne riempirò una sacca.
Scoprirò quello nascosto tra i sospetti
e riprenderò quello lasciato nei tuoi campi, dove avevi seminato soltanto indifferenza.
Poi,
l’attimo,
isolato nel rimpianto,
lo chiuderò nella dispensa,
dove fiuto gli aromi in cui ho infuso i miei inverni.
E se sentirò più caldo,
allora,
sarò certa di non averlo mai perduto,
il mio tempo.
Ero, sono,
e forse anche domani.

Pubblicazione Rivista Letteraria Ellin Selae – Pubblicazione Silloge Immune, LEBEG Aletti Editore.