Tra le cose impossibili da fare, io inserisco l’azione di “contenere una gioia”, perché le gioie, per me, non sono come i dolori. Le gioie sono incontenibili. Soprattutto gioie come quella di oggi, come quella incredibile, e quindi inaspettata, di essere stata scelta ora, perché qualcuno, a prescindere da tutto e tutti, già mi ama. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *